Facilitazione e Leadership, Counseling e Coaching per il Cambiamento

Giocare è apprendere. Apprendere è giocare. Naturalmente in modo serio e divertente

Giocare è apprendere. Apprendere è giocare. Naturalmente in modo serio e divertente.

Perché le aziende e la direzione risorse umane dovrebbero adottare o inserire “giochi” nelle attività formative o di sviluppo? (si intende per “gioco” attività di stampo apparentemente solo“ludico”, ossia attivit tese a ri-creare quell’atmosfera e ambiente di gioco che favorisce l’apprendimento)?

Una risposta è  data proprio da neuro scienziati e psicologici sociali che hanno proprio trovato cinque ragioni/cinque risposte (che adesso sintetizzo) per introdurre giochi “seri” per l’apprendimento in tutti gli ambienti dove la sfida, il tempo, il business fanno da padrone.

Prima risposta

  1. Si impara solo giocando

Già dagli anni ’70 si è scoperto che il gioco facilita lo sviluppo cognitivo. I mammiferi maturi sono i mammiferi che giocano e giocano si aprono socialmente. Il giocare è parte della vita, di tutto il nostro presente ed anche futuro.

E’ essenziale per la salute e l’apprendimento come tutte le altre funzioni biologiche. Il contrario del gioco è la depressione. Grazie al gioco il cervelletto si attiva e quando si attiva il cervelletto si attivano i movimenti, e se ci muoviamo si attiva la nostra memoria, il nostro buon umore e la nostra capacità di apprendere.

E se apprendiamo tutto cambia positivamente, tutte le nostre funzioni e capacità (creatività, volontà, ecc) aumentano.

Seconda risposta

  1. Viviamo in un mondo complesso.

Prepararsi a gestire ciò che non si conosce perché l’ambiente è volatile, incerto, complesso e ambiguo è una vera sfida. Quello che ci occorre è un approccio sperimentale. E il gioco può simulare questi ambienti in modo anche non convenzionale, come in un laboratorio.

Terza risposta

  1. Occorre educare ad essere “adattativi”

In biologia, adattativo è ciò che riguarda o che favorisce l’adattamento fisiologico o genetico di un organismo o di un qualunque altro sistema biologico a un dato ambiente o a una data funzione. Le nostre facoltà e comportamenti hanno bisogno di essere adattivi.

In poche parole, nel nostro mondo complesso,“il meglio è nemico del bene” se vuoi essere adattativo e l’essere artigiani di relazioni vere e mutuamente responsabili è la vera sfida. Tutto questo richiede interventi formativi dove si favorisce la scoperta ed il consolidamento di relazioni sociali significative. Giocare non solo aiuta ad essere adattativi, ma sviluppa anche le relazioni significative.

Quarta risposta

  1. Giocare a giochi educativi ci aiuta ad imparare meglio

Si parla oggi di “gamification”, (traducibile in italiano come “ludicizzazione”) che è l’utilizzo di elementi mutuati dai giochi e delle tecniche di game design in contesti esterni ai giochi.

Studi recenti ci dicono che  la “gamification” aiuta gli studenti ad essere più focalizzati sull’apprendimento e a ricordarsi di più delle informazioni , ossia a memorizzarle di più.

In poche parole l’apprendimento serio o giochi educativi fermano la dispersione mentale che quotidianamente abbiamo e ci permettono di focalizzarsi sull’attività che stiamo facendo. E questo significa che facendo quell’attività, apprendiamo di più.

Quinta risposta

  1. Giocare ci fa stare più in salute ed aumenta il tuo benessere.

La memoria è una capacità dell’essere umano. Giocare incentiva la memoria, soprattutto perchè ci sono una serie di piccolo ricompense quando giochiamo: quando ad esempio fissiamo un obiettivo che ci piace e riusciamo a realizzarlo subito o mano a mano, oppure il senso che stiamo procedendo verso una direzioni che abbiamo scelto, o il fatto di avere il potere di decidere e di scegliere quello che per noi è divertente fare.

Tutto questo ci fa rilasciare endorfine nel cervello e questo ci fa stare e sentire bene. E se giochiamo anche con amici e colleghi questo rafforza il senso di appartenenza, riduce lo stress quotidiano e ci fa sentire vivi positivamente.

Questi sono i benefici reali a breve termine e a lungo termine. Non solo apprendiamo di più, ma ci divertiamo di più nella vita.

E se questo lo comprendiamo ricordando i nostri giochi di infanzia o nuovi giochi che stiamo facendo, lo possiamo comprendere ancora meglio quando facciamo attività esperienziali, o quando soprattutto facciamo attività di puro apprendimento con METALOG training tools o quando utilizziamo dei “business games”, strumenti e giochi seri e professionali che conosciamo e di cui siamo esperti e che abbiamo promosso in diverse attività nelle direzioni HR.

Giocare quindi..fa bene alla vita e alla salute e al business

060920142321

banner ad
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes