Facilitazione e Leadership, Counseling e Coaching per il Cambiamento

Coerenza naturale e benessere produttivo

Siamo coerenti?

Coerenza è quando ciò che dici, ciò che fai, ciò che pensi e ciò che sei vengono tutti da un unico posto.
(Anonimo)

La coerenza è uno stato naturale che può avvenire spontaneamente, specialmente quando ci sentiamo positivi e su di giri e stiamo facendo qualcosa che veramente ci fa piacere.

Praticare la coerenza ci permette di:

  • sentirci meno stressati
  • aumentare la chiarezza e la focalizzazione mentale
  • aumentare l’equilibrio emozionale (stabilità emozionale)
  • garantire resilienza fisica maggiore
  • prendere un piccolo break e di ricaricarci

Quando si è coerenti c’è sincronizzazione fra il nostro sistema nervoso autonomo, il nostro sistema ormonale ed immunitario.

coerenza e incoerenza cardiaca

 

“Tra la nascita, quando la variabilità del battito è più accentuata che nel resto della vita e l’approssimarsi della morte, quando è più bassa, noi perdiamo circa il 3% di variabilità l’anno. È il segno che la nostra fisiologia perde progressivamente elasticità e che stenta sempre di più ad adattarsi alle variazioni imposte dall’ambiente fisico ed emotivo. È un segno di vecchiaia.”

 

       Quando ci troviamo in uno stato di coerenza di ritmo cardiaco, stato misurabile,invece allineamento cardiaco e coerenza la nostra performance può raggiungere il suo livello massimo quello che gli atleti chiamano “being in the zone”. Siamo in una zona di benessere produttivo. Ci si sente più sicuri e concentrati e calmi, restando tuttavia  carichi di energia

E’ importante rispettare alcune fasi di respirazione e di osservazione della propria frequenza cardiaca:

Focus sul cuore e sulla zona del petto

Focalizzate la vostra attenzione sulla zona intorno al cuore, l’area al centro del petto. Se preferite, per le prime volte che si prova, mettete una mano sul centro del petto per aiutare a mantenere la vostra attenzione nella zona del cuore.

Respirare con il cuore sentendo il cuore

Respirate profondamente, ma normalmente e delicatamente, e immaginate che il respiro entri ed esca attraverso la vostra zona del cuore. Continuate a respirare con facilità fino a trovare un ritmo interiore naturale
Sentire con il cuore nel cuore

Mantenendo
la vostra attenzione sull’area del cuore e continuando a respirare attraverso di esso, attivate un sentimento positivo. Ricordate un sentimento positivo, un momento in cui vi siete sentiti bene dentro, e provate a ri-sperimentare la sensazione. Quindi espandete questa senzazione.
incoerenza cardiaca
Se questo non avviene abbiamo un incoerenza cardiaca dove lo spettro diventa segmentato e frammentato e noi risultiamo in tensione. “Negli stati di stress, ansia, depressione o collera, la variabilità del ritmo cardiaco tra due battiti è irregolare e “caotica”.
Occorre ritornare a respirare bene, a  concentrare l’attenzione sull’interiorità e quindi è bene fare respirazioni lente e profonde, accompagnando l’attenzione con l’intenzione, intenzione tranquilla e focalizzata.
Ma l’incoerenza non è il monopolio dei folli: tutte le idee essenziali di un uomo sano sono delle costruzioni irrazionali.
(André Maurois)
Per approfondimenti www.mbraining.it
Per una lettura sul benessere produttivo…
banner ad
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes